Skip to content

Cinema. La sposa promessa” (Le Ma’ale et HaChalal) in uscita il 15 novembre. Anteprima a Milano.

7 novembre 2012


Milano
Mercoledì 7 novembre
Ore 20:00
Cinema Anteo
Via Milazzo 4
Info: Gheula Nemni
cell. 340.2213469

Ingresso:
Ingresso con offerta libera a partire da 15 euro a persona oppure 25 euro a coppia.

Il ricavato sarà devoluto al Bnei Akiva ed a famiglie bisognose di Milano

La sposa promessa” (Le Ma’ale et HaChalal) di Rama Burshtein, vincitore della Coppi Volpi all’ultima edizione sarà nei cinema italiani a partire dal prossimo 15 novembre, distribuito da Lucky Red. Intanto, però per chi è a Milano, sarà possibile vederlo in anteprima oggi

Il film di Rama Burshtein, tutto ambientato negli ambienti ultra-ortodossi di Tel Aviv, è fra i candidati all’Oscar come miglior film straniero. E questo è il trailer:

La sposa promessa rappresenta l’esordio alla regia di Rama Burshtein, la quale realmente appartiene alla comunità chassidica, una corrente dell’ebraismo, che racconta nella pellicola. Il film è stato presentato in concorso all’ultima Mostra Cinematografica di Venezia dove ha riscosso un grande successo di critica e la giovane attrice protagonista, Hadas Yaron, ha vinto la Coppa Volpi come migliore interpretazione femminile.

Shira (Rama Burshtein) è una giovane ragazza di soli diciotto anni, figlia di un rabbino della comunità chassidica di Tel Aviv ed ha una sorella, Esther, sposata con Yochai e al nono mese di gravidanza. I genitori di Shira hanno trovato un possibile fidanzato per la figlia e la ragazza sembra essere contenta della scelta ma presto il destino le gioca un brutto scherzo: la sorella muore di parto e il neonato rimane senza madre. Per paura che Yochai, rimasto vedovo, possa andare via con il bambino e risposarsi con un’altra donna, i genitori di Shira spingono la figlia a proporsi come sposa per il cognato. Alla ragazza ora spetta la difficile scelta: rinunciare allo sposo promesso e sposare un uomo al quale non avrebbe mai pensato come marito, o seguire la propria scelta iniziale e rifiutare la proposta?

La sposa promessa è un’interessante opera prima che racconta dall’interno le tradizioni e i valori della società ebraica chassidica, concentrandosi sulla storia di Shira e di come una ragazza così giovane venga messa così presto di fronte a delle scelte e a delle responsabilità più grandi di lei. Tutti i rituali, molto seguiti e rispettati dai membri della comunità, educati fin da bambini ai valori della religione, vengono mostrati nel dettaglio agli spettatori, in modo da farli entrare all’interno della mentalità ebraica, in maniera quasi documentaristica. Una cultura completamente diversa da quella occidentale nelle tradizioni ma con alla base sentimenti come la paura, l’amore, il rispetto e il sacrificio che sono universali e per Shira la scelta è difficile così come lo sarebbe per chiunque si trovasse nella sua stessa situazione.

La regista sceglie di non schierarsi, rimane neutra nelle scelte e mostra tutto in maniera libera e senza alcun tipo di commento. Si concentra molto sui volti, sulle espressioni e sui sentimenti dei giovani protagonisti e in particolare sulla bravissima eroina, che, con un viso pulito e bellissimo, buca lo schermo e attira su di sé tutta l’attenzione dello spettatore.

Advertisements
3 commenti leave one →
  1. 11 novembre 2012 22:42

    ieri sera ne ho visto il trailer al cinema, ti ho pensata, e ho pure pensato che andrò subito a vederlo appena lo becco

Trackbacks

  1. “La sposa promessa” (Le Ma’ale et HaChalal) – Giusi Meister | CARTESENSIBILI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: