Skip to content

Cinema. László Nemes vince il Grand Prix al Festival di Cannes con Son of Saul

25 maggio 2015

László Nemes ha vinto il Grand Prix al Festival del Cinema di Cannes 2015 col film Son of Saul. Il film drammatico di Nemes è ambientato a Auschwitz, il cui protagonista è un uomo di religione ebraica, deportato nel campo di sterminio e costretto a lavorare nelle camere a gas. Un giorno, per caso, scopre fra gli altri corpi quello di un bambino, e si convince che sia il figlio.
Non avevo intenzione di fare un film etichettabile come dramma storico – dice Nemes- volevo piuttosto costringere gli spettatori ad immergersi, a fare esperienza di quel che è stato. Infatti, l’Europa non ha ancora esorcizzato lo spettro dell’Olocausto, della distruzione degli ebrei d’Europa. Questo è ancora più evidente in Ungheria. Non è ancora stato metabolizzato; non è ancora una pagina nel libro della storia. E’ particolarmente importante raccontare tutto questo alle giovani generazioni: quelle che, cioè, sempre meno, avranno accesso ai sopravvissuti

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: