Skip to content

Tre artiste israeliane al Museo d’Arte Contemporanea Castello di Rivoli.

15 giugno 2012


Rivoli (Torino)

Dal 15 giugno 2012

Sede:
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Piazza Mafalda di Savoia – 10098 Rivoli (TO)

Informazioni:
tel. 0119565280

Yael Bartana, Sigalit Landau e Michal Rovner
Tre artiste israeliane tra le nuove acquisizioni del rinnovato Museo d’Arte Contemporanea Castello di Rivoli.

Oltre il muro / Beyond The Wall. The Museum’s Heritage Between Special Projects and Recent Aquisitions è il titolo della mostra, curate da Beatrice Merz, con la quale il Museo d’Arte Contemporanea Castello di Rivoli presenta il proprio patrimonio e le sue ultime acquisizioni e i nuovi progetti.

Tramite un allestimento del tutto inedito e sperimentale, la mostra propone non solo una rilettura della ricca collezione, ma anche dello stesso ruolo del Museo. Una sorta di gioco che ribalta i ruoli chiave di curatore e visitatore, portando quest’ultimo a cercare uno o più percorsi personali tra le opere e a rivedere i propri concetti di limite, confine, luogo e memoria. I muri, nati come elementi di separazione, si ritrovano nell’arte ad essere elementi per estreme comunicazioni, luoghi ed epifanie di situazioni dolorose di convivenza, di scontro o di oppressione, di speranza o di inquietudine.

Tra i numerosi artisti in mostra, le tre artiste israeliane – Yael Bartana, Sigalit Landau e Michal Rovner –dialogano con i maggiori esponenti dell’arte contemporanea internazionale, come Franz Ackermann, Armando Andrade Tudela, Giovanni Anselmo, Francesco Arena, Lothar Baumgarten, Elisabetta Benassi, Gianni Berengo Gardin, Alighiero Boetti, Christian Boltanski, Pier Paolo Calzolari, Maurizio Cattelan, Nicola De Maria, Luciano Fabro, Peter Friedl, Yang Fudong, Hamish Fulton, Luigi Ghirri, Mario Giacomelli, Gilbert & George, Jean-Luc Godard/Anne-Marie Mieville, Nan Goldin, Andreas Gursky, Mona Hatoum, William Kentridge, Jannis Kounellis, Sol LeWitt, Goshka Macuga, masbedo, Ana Mendieta, Mario Merz, Marisa Merz, Marzia Migliora, Reinhard Mucha, Bruce Nauman, Shirin Neshat, Helmut Newton, Claes Oldenburg – Coosje Van Bruggen, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Giuseppe Penone, Susan Philipzs, Michelangelo Pistoletto, Robin Rhode, Pipilotti Rist, Matheus Rocha Pitta, Tim Rollins, Thomas Ruff, Doris Salcedo, Pia Stadtbäumer, Hannah Starkey, Emilio Vedova, Francesco Vezzoli, Bill Viola, Ai Weiwei, Robert Wilson, Joel-Peter Witkin e Gilberto Zorio.

Sigalit Landau presenta la perturbante scultura in bronzo O my friends, there are no friends, del 2011

http://www.sigalitlandau.com/page/sculpture/O%20my%20friends,%20there%20are%20no%20friends.php

Nell’ampio spazio della sala 18, il secondo piano della Residenza è aperto dalla grande video installazione Cracks In Time, 2009-12, di Michal Rovner. Per la forza simbolica, estetica e di impatto l’opera dell’artista israeliana è diventata l’emblema e la figura portante di tutto il progetto espositivo.

http://www.bbc.co.uk/radio3/johntusainterview/rovner_transcript.shtml

Per la prima volta al Museo l’opera video di Yael Bartana, Mary Koszmary, 2007 nella quale l’artista esplora una serie complessa di rapporti sociali e politici tra ebrei, polacchi e altri europei nell’era della globalizzazione.

http://www.thejewishmuseum.org/exhibitions/bartana09

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: