Skip to content

Lizzie Doron al Festival ‘Tuttestorie’. Sardegna, 7 ottobre.

5 ottobre 2011

È il segreto il tema del festival ‘Tuttestorie di Letteratura per ragazzi 2011’, che fino all’11 ottobre si svolge in diverse località della Sardegna. Non per niente, il nome scelto per la sesta edizione dell’evento presieduto da David Grossman è “Non dirlo a nessuno!”.

Otto giorni di appuntamenti che coinvolgono insegnanti e bibliotecari dei Comuni protagonisti dell’iniziativa e che vedono la partecipazione di oltre settanta ospiti: scrittori, illustratori, esperti di letteratura per l’infanzia, musicisti, teatranti, giornalisti, registi italiani e stranieri che si confronteranno con un pubblico di bambini e ragazzi da 0 a 18 anni.

Tra gli stranieri, l’attesa è tutta per l’autrice francese Rebecca Dautremer, nota per “Principesse dimenticate e sconosciute”, che presenta al pubblico cagliaritano il nuovo “Alice nel paese delle meraviglie”. In Sardegna arriva anche l’illustratore Mauri Kunnas, autore finlandese per bambini, il tedesco Ingo Siegner, con le storie del Draghetto Sputafuoco e il francese Bernard Friot, vincitore del Premio Andersen 2009 con “Il mio mondo a testa in giù”.

Tra gli italiani, anima il programma del festival lo scrittore Massimo Carlotto, a confronto con grandi e piccoli sui segreti di due delle sue opere: rispettivamente “Il fuggiasco” e “Il mistero del bisonte scomparso”. Con lui Beatrice Masini, autrice di “Bambini nel bosco”, primo e unico libro per ragazzi finalista al Premio Strega e vincitore del premio Liber 2010.

Da segnalare l’appuntamento al reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Microcitemico di Cagliari che ospita le letture della scrittrice Emanuela Nava con “Il gatto che aveva perso la coda e altre storie”.

Ricco anche il programma per ragazzi e adulti, con tre incontri serali (alle 21) nella piazza Blablà dell’ExMà di Cagliari. Giovedì 6 ottobre è in calendario “Segreti e silenzi”, dialogo sulla Shoa tra la scrittrice israeliana Lizzie Doron e Lia Levi, una delle voci dell’ebraismo italiano. Venerdì 7 ottobre è la volta di “Il tradimento necessario”, dialogo fra cinema e letteratura con Carlotto e il regista Salvatore Mereu. L’ultimo appuntamento con il Babbo Parking è per sabato 8 ottobre con la presentazione di “Volevo essere una farfalla”, di Michela Marzano.

Al seguente link il programma completo della manifestazione
http://www.tuttestorie.it/

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: