Skip to content

Appuntamento al Pitigliani il 20 febbraio dalle 10,30 alle 21,00

17 febbraio 2011

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

DOMENICA 20 febbraio 2011

Ore 11.00 “Bereshit secondo Nehama Leibovich” a cura di G. Di Segni. Isacco
Incontro di studio partendo dall’opera della nota biblista.
Ore 11.00 “Parole, suoni e colori in viaggio” Le voci di Marrakesh a cura di Lisa Ferrazzo Natoli. Con Alice Palazzi e Antonio Cesari; musica dal vivo di Gabriele Coen; in collaborazione con la Libreria KOOB e Lacasadargilla
Riduzione teatrale dall’omonimo libro di Elias Canetti
Ore 15.00 Piticinema “Rassegna dal PKF” Il canto delle spose (2008) di Karin Albou
Due amiche sedicenni, negli anni ‘40, vivono in un quartiere povero in una Tunisia invasa dai tedeschi. La guerra è alle porte: Nour, musulmana, vuole sposare il ragazzo di cui è innamorata, il quale al più presto dovrà trovarsi un lavoro incominciando a collaborare con le forze tedesche. Miriam è un’ebrea, chiesta in matrimonio da un ricco correligionario e che potrà regalarle se non l’amore almeno la serenità e il rispetto. Le due ragazze molto presto si vedranno costrette per interessi familiari divergenti a dividersi, ma nonostante le apparenze, la fiducia dell’una nell’altra sembra non venire mai meno.
Ore 15.30 Piticinema “Cinema e letteratura” Il mercante di Venezia ( 2004) di Michael Radford.
Dall’omonima opera teatrale di Shakespeare con Al Pacino e Jeremy Irons
Ore 17.00 Un autore da (ri)scoprire: Arthur Schnitzler Anatol. Lettura spettacolo a cura di Roberta Ascarelli, Marina Ascarelli Ortona, Angelo Bonetta e Stefano Regard.
Opera scritta da Schnitzler per il palcoscenico tra il 1888 e il 1891, rappresenta la decadenza dell’epoca attraverso i suoi giochi sociali e il vuoto delle relazioni personali.
Ore 18.30 Concerto: KlezRoym (tel. 06 5898061)
La musica klezmer è la musica delle comunità ebraiche di tutta l’Europa orientale, in particolar modo della Polonia, Romania, Russia e Ucraina. Allo stesso tempo passionale e contemplativa, a volte selvaggia e frenetica, la musica klezmer ha assorbito moltissimo dal folclore est-europeo e zigano, combinandolo con un’ espressività tipicamente ebraica. Olre ad essere una musica estremamente coinvolgente, il klezmer è un esempio di forma musicale tradizionale in continuo sviluppo, che interagisce con successo con sonorità più moderne. I KlezRoym, primo gruppo italiano di questo genere, partendo dalla riscoperta del patrimonio musicale askenazita (ebraico dell’Europa Orientale) e sefardita (ebraico-spagnolo), propongono un continuo lavoro di contaminazione fra diverse culture musicali (mediterranea, medio-orientale, italiana), costruendo un suggestivo ponte sonoro tra musica etnica e jazz contemporaneo.
GABRIELE COEN sax soprano, clarinetto; ANDREA PANDOLFO tromba; RICCARDO MANZI chitarra, buzuki, voce; ANDREA AVENA contrabbasso; LEONARDO CESARI batteria; EVA COEN voce;

Mostra fotografica: espongono Ivan Calosso, Ronit Fadlun, Jonathan Lazar, Daniel Picciotto, Milo Shaki, Joel Valabrega
Giovani fotografi da Roma e Milano, professionisti e non …

Brunch e aperitivo al Piticafé
Spazio Libreria KOOB
dalle 10.00 alle 15.00 Attività educative di ebraismo: Le letterine ebraiche. Impariamo le prime parole in ebraico con giochi, musica e canti (per bambini dai 2 ai 10 anni, su prenotazione)
dalle 15.00 alle 18.00 Baby parking (per bambini dai 2 agli 10 anni)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: